Corso Hirada e Arnis Classico (04/2019)

Sabato, il 27.04. 2019, il corso di Hirada e Arnis Classico si è svolto nella Landessporthalle di Königslutter sotto la direzione di Torsten Zumpf (4° DAN), Instructor MAMD/IPMAF.

Il corso è iniziato con una descrizione di quando e come viene utilizzata la tecnica Hirada. In seguito abbiamo fatto leggeri esercizi di riscaldamento per preparare i muscoli delle gambe per gli esercizi successivi. Un bel esercizio è stato il veloce squat profondo. Secondo il rapporto di Torsten, i filippini possono anche dormire in questa posizione accovacciata. Ma ovviamente non avevamo intenzione di farlo. In seguito abbiamo continuato con un esercizio con il partner. Così abbiamo fatto esercizi di taglio con il bastone su entrambi i lati con tagli dall'alto in diagonale verso il basso all'anca e dal basso in diagonale verso l’alto. Al fine di ottenere una migliore sensazione per i tagli, l'esercizio è stato ripetuto di nuovo con i machete. Un’altro importante esercizio preparatorio col partner è stato il profondo schivare verso il basso. È particolarmente importante prestare attenzione alla testa, mettendola sulla spalla e continuando a guardare il partner. Dopo gli esercizi è seguita l’introduzione all'Hirada. Il movimento di base delle braccia è quello di formare un ombrello. Era importante che l'energia andasse avanti e che si schivasse verso il basso, idealmente nella posizione accovacciata. Dopo questa prima sessione è seguita una pausa con delizioso caffè e tanti biscotti per rinforzarci.

Dopo la pausa continuarono gli esercizi di Hirada, questa volta con una rotazione e contrattacchi. Inoltre c'era la Hirada con evasione a sinistra con contrattacchi. Questa forma di Hirada si chiama anche Sirada. Dopo un'altra breve pausa seguirono altre tecniche classiche. Così, diligentemente i partecipanti si allenarono a fare delle otto sdraiati sulle pareti, la cosiddetta Figure 8. Inoltre, le tecniche Rompida e Banda y Banda sono stati praticate. Poi i partecipanti dovevano usare queste tecniche come contrattacco e collegarle con l’Hirada. Seguì un Anyo libero in cui Torsten integrò le tecniche precedentemente praticate. Questo è stato praticato più volte prima che il corso lentamente si concludesse. Alla fine del corso, i partecipanti si sono salutati e hanno portato con sé molte nozioni. Non dimentichiamoci dei seguenti dolori muscolari, perché purtroppo è stato notato che questa zona muscolare non è spesso in uso. :-)

immagini di gruppo

Testo
Anna Litvinov